I problemi sessuali di coppia più comuni

Pubblicato il da eu-pharmacy-online.net

Quali sono i problemi sessuali più comuni nelle coppie di oggi?

 

I problemi più comuni e le cause principali

I disturbi sessuali più frequenti colpiscono sia le coppie consolidate che quelle appena nate e si possono dividere in due grandi famiglie: i disturbi del desiderio o dell'eccitazione e i disturbi dell'orgasmo.

Nel primo caso per gli uomini si parla di difficoltà nel raggiungimento di un'erezione soddisfacente e per le donne di calo del desiderio.


Nel secondo caso invece l'eiaculazione precoce per gli uomini e l'anorgasmia (assenza di orgasmo) per le donne.

Le cause di questi problemi sono principalmente di tipo psicologico e vanno cercate all'interno della singola coppia. Chiaramente, dopo una certa età, certe situazioni hanno un'origine fisiologica (ad esempio l'anorgasmia in menopausa può essere causata dalla diminuzione degli estrogeni).

Come affrontare il problema?

Il primo passo verso la soluzione del problema è il riconoscimento dell'esistenza del problema stesso.
Inoltre è indispensabile che ci sia comunicazione tra i partner, ma purtroppo le coppie non parlano molto di sesso o, se lo fanno, spesso tendono ad accusarsi reciprocamente o ad autocolpevolizzarsi. Molto meno frequenti sono le coppie che ne parlano serenamente e decidono di iniziare un percorso terapeutico.

Un "crescente" calo del desiderio

Negli ultimi tempi si sta registrando un aumento del calo del desiderio precoce: dopo solo 2 o 3 mesi dall'inizio della relazione.
Mentre in passato il 70% delle richieste di assistenza era relativo al deficit erettile, all'eiaculazione precoce e all'anorgasmia, oggi invece il 50% delle persone che si affidano a un terapeuta manifesta questo problema.

Le principali ragioni sono:
- una minor comunicazione all'interno della coppia;
- la scarsa possibilità di trascorrere del tempo di qualità insieme;
- l'aumento esponenziale di stimoli che si ricevono dall'esterno.

Sembra un controsenso, ma avere poche possibilità per stare insieme (a causa degli impegni e delle responsabilità quotidiane), invece di aumentare il desiderio alla lunga lo diminuisce.
Inoltre siamo esposti a così tante sollecitazioni ogni giorno (anche di tipo sessuale) che per avere un'accensione del desiderio è necessario uno stimolo sempre maggiore e nel caso in cui non si trovino questi stimoli all'interno della propria coppia, spesso si cercano in situazioni "particolari". Ecco perché c'è un aumento così elevato delle relazioni extraconiugali o di scambi di coppia.

Come vincere il calo del desiderio?

Il calo del desiderio è dovuto a vari fattori e per ogni coppia bisogna capire quali sono le cause del problema. In linea generale però è necessario creare degli spazi e dei tempi per la coppia (non intesi necessariamente per fare sesso). Bisogna esaltare e coltivare tutti i sensi, perché il sesso li coinvolge tutti e cinque: se c'è un calo della sensibilità individuale per i messaggi che ci arrivano dai 5 sensi, ne consegue anche un calo del desiderio.


Infine si deve imparare ad essere costantemente seduttivi nei confronti del partner e nei confronti di sé stessi: conoscere il proprio corpo, le proprie emozioni, reazioni e desideri e cercare di conquistarsi come se fosse il primo giorno.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post