Esiste una cura definitivamente dell'Eiaculazione precoce?

Pubblicato il da eu-pharmacy-online.net

L’ eiaculazione precoce (EP) rappresenta molto probabilmente la problematica sessuale più diffusa nell’ uomo. L’ EP è stata recentemente definita dalla Società Internazionale di Medicina Sessuale (ISSM) come “ una disfunzione sessuale maschile caratterizzata da una eiaculazione che sempre o quasi sempre avviene prima di un minuto alla penetrazione vaginale, dalla impossibilità di ritardare l’ eiaculazione durante tutte o quasi tutte le penetrazioni vaginali, e da conseguenze negative personali come stress, ansia, frustrazione e/o il rifiuto di intraprendere relazioni sessuali”.

Pertanto i criteri diagnostici alla base della definizione del problema sono essenzialmente tre: un tempo breve di penetrazione, l’ incapacità di controllare e ritardare l’ eiaculazione, lo stress e la frustrazione conseguenti.

Per sapere se anche lei soffre di eiaculazione precoce, le consigliamo di compilare questo questionario . L’ eiaculazione precoce è un disturbo sessuale comune. Molti esperti ritengono che un uomo su tre ne sia interessato.

Anche se è un problema comune che può essere trattato, molti uomini sono erroneamente reticenti a cercare di risolverlo e a contattare un andrologo. L’ EP è definita primitiva se insorge contemporaneamente all’ inizio dell’ attività sessuale, o secondaria se interviene successivamente.

Come curare definitivamente l'Eiaculazione Precoce?

Se alla visita l’ andrologo riscontra una causa predisponente il problema di EP, la terapia allora consisterà nella rimozione del problema di base. Così, in caso di frenulo breve è raccomandabile procedere ad una frenulotomia, mentre in caso di fimosi o di prepuzio esuberante il problema è risolvibile tramite una circoncisione.

Allo stesso modo, se l’ andrologo , tramite la visita e lo svolgimento di vari esami diagnostici , riscontra una prostatite o una disfunzione erettile, allora imposterà la terapia iniziale nella risoluzione del problema di fondo. In particolare, la circoncisione (rimozione chirurgica del prepuzio) ha un effetto benefico sull’ eiaculazione. Alcuni studi hanno dimostrato che la rimozione del prepuzio causa un ispessimento della cute del glande e una conseguente diminuzione della sensibilità tattile.

Tale meccanismo è stato associato in tali studi all’ aumento del tempo di latenza dell’ eiaculazione intravaginale (IELT) riscontrato nei soggetti sottoposti a circoncisione.
Le opzioni farmacologiche di trattamento dell’ eiaculazione precoce più diffuse sono rappresentate da terapie desensibilizzanti o dall’ uso di una classe particolare di psicofarmaci denominati inibitori della ricaptazione della serotonina.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post